Pauline - Harp and Cards

Eccomi

ITA: L'arpa ha ed ha avuto un ruolo importante nella mia storia. Ha cambiato tutto. E' grazie a questa passione che mi trovo qui, molto grata e sorpresa, dopo aver vissuto mille avventure. Ho cambiato percorso e destinazione tante, tante, volte, ma alcune cose le porto ancora e sempre con me.

 

Ho lavorato per quasi dieci anni in una grande azienda, seppur piuttosto fuori dagli schemi, come MTV, in ruoli organizzativi e di management, in seguito sono stata davanti alla telecamera, dietro al microfono di una radio, nell'hangar di un aeroclub, nutrendo costantemente un crescente interesse per lo sviluppo del potenziale delle persone, per l'origine delle emozioni, per l'infinita  scoperta di sé stessi. Ho sempre avuto curiosità e desiderio di comprendere l'unicità delle persone, di scoprire l'essenza di quello che ci fa essere ciò che siamo e, in sostanza,  amare come amiamo.

 

Dopo aver suonato per quindici anni in un gruppo meraviglioso (la Celtic Harp Orchestra) ed aver sperimentato il percorso accademico sull'arpa classica, per tre anni, in Conservatorio, sono arrivata, e sicuramente non per caso, all'arpa-terapia (tramite il master che ho seguito presso il Centro di Ricerca Musicoterapica Arpamagica). Ed ho scoperto una dimensione del suonare, molto più vicina al mio cuore: la musica meditativa, l'improvvisazione e la creazione di paesaggi sonori che hanno il potere di rilassare, indurre benessere e anche permettere di accedere a parti creative ed intuitive di noi stessi. 

 

La mia esperienza personale mi porta a credere che, dentro di noi, siano in realtà già presenti le risorse per essere sereni, forti, per trovare un equilibrio e raggiungere uno stato di benessere. A volte ci serve solo la chiave per sbloccare la serratura ed accedere alle nostre riserve. A volte è necessario anche trovare la motivazione, lo stimolo, per mettere a frutto tutte queste risorse.

La conoscenza di noi stessi, in tutti i modi in cui si voglia perseguirla,  è parte fondamentale di un percorso di auto miglioramento continuo, o kaizen, come si dice in Giappone, che si espande come un'increspatura sull'acqua e lentamente va a toccare tutte le persone che ci sono vicine. 

 

About me

ENG: I must say, getting to know a magical instrument such as the harp, had a huge impact on the story of my life. It changed everything. It is thanks to the growing passion for the Celtic harp, that I am here, grateful and amazed, after so many adventures. I have changed course and destination oh, so many times, but some things I still, and always will, carry with me.

 

I worked in corporate business for almost ten years, yes, that was my early but long, life-changing MTV experience. Since then, I have been in front of the camera, behind a microphone at a local radio station, working for an aeroclub, amongst planes in the hangar. For as long as I can remember, I had  an interest for everything connected to the developing of human potential, for what stirs authentic emotions, for the discovery of the true self. I have always been very curious and eager to understand the essence of what defines us, as unique human beings, what makes us behave as we do, and basically, love as we love.

 

After performing for fifteen years in a wonderful ensemble (the Celtic Harp Orchestra) and having experimented for three years the academic education, studying on pedal harp, at the Conservatory, I was led, definitely not by coincidence,  to harp therapy. I  not so long ago, decided to take a one year course at Music Therapy Research Center Arpamagica . That is when I discovered a radically  new approach to playing the harp, that resonated with me on a much deeper level: meditative music, improvisation, creation of musical landscapes, that allow relaxation, induce wellbeing and grant us access to the most creative and intuitive parts of ourselves.

 

In my personal experience, we usually already carry within all the resources that would allow us to be at peace, strong , balanced and happy humans. Sometimes we just need a little help in finding the key, that will unlock the door to our huge potential. We might also need to access motivation and our driving forces, so necessary to put those wonderful resources to use. Knowing and understanding our true soul, by all means, is a fundamental part of our precious journey, and it supply us with fuel, giving us the desire and will to keep on improving ourselves, and the quality of our experience, in this life. I love the Japanese concept of Kaizen , continuous improvement. A process that, like a ripple on water, slowly expands, delicately touching everyone around us.